Il campo perduto di via Ginestre

28/09/2018

 

A Milanino un tempo c’era un campo da tennis in via Ginestra, ma a sud, cioè dall’altra parte della strada rispetto ai campi di oggi. A quanto ho potuto verificare, oggi se ne è persa la memoria.

 

Eppure fu su questo campo che Margherita Mulazzi, la nostra campionessa, in singolo o in coppia con Gipy Bassetti, imparò a giocare a tennis. Le testimoniano le foto del suo prezioso album. Lei stessa ricordava quel campo dove tirò i primi colpi, anche se non sapeva con precisione se c’erano già i campi attuali e quando cominciò a giocare su di essi.

 

Lo Chalet, oggi cosiddetto del tennis, fu completato nel giugno 1921 e comprendeva locali di ritrovo, ufficio, spogliatoi, docce e magazzino a servizio non solo del tennis, ma di tutto il centro sportivo (nel progetto c’era anche il calcio, il pattinaggio, l’atletica, ecc.).

 

 

Le fotografie sono datate aprile 1928. Nelle prime due, oltre a Margherita con l’istruttore, si vede la scuola di via Edera (costruita nel 1922), l’edificio dove oggi c’è la Pizzeria Bube, e più a sinistra la casa al nr 36 di via Cooperazione, dove alcuni anziani ricordano un forno per il pane, e le case della Cooperativa Inquilini.

 

Nella terza immagine, ripresa da sud verso nord, si vede, in costruzione, l’edificio di Via Ginestre 31, che quando ero bambino molti identificavano come la Casa del Fascio. Non sappiamo se fu davvero la sede della sezione locale del PNF, certo era un circolo ricreativo, dotato di sale di ritrovo e di un cinema / teatro utilizzato per proiezioni e spettacoli. All’esterno, oltre al campo da tennis, un giardino.

 

Ancora un grazie a Margherita che ci ha regalato questa preziosa testimonianza.

 

 

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

ULTIMI ARTICOLI

23/06/2020

04/02/2020

Please reload

CATEGORIE

Please reload

ARCHIVIO

Please reload

©2019 Amici del Milanino